Beatificazioni

Beata Madre Maria Schininà
(1844 – 1910)

Il Processo per l’Introduzione della Causa ha inizio il 2 aprile 1937 presso la Curia arcivescovile di Siracusa (1937 – 1945) e continua nella Curia vescovile di Ragusa durante gli anni 1956 – 1957. Nel 1974 si ha la discussione della fama di santità della Fondatrice e, il 16 gennaio 1975 la Causa di Beatificazione viene ufficialmente introdotta da Papa Paolo VI.
Il 22 gennaio del 1977 un evento miracoloso si aggiunge agli oltre 150 fatti prodigiosi documentati e conservati presso la Casa Generalizia delle Suore del Sacro Cuore: la guarigione istantanea, completa e duratura di Angelina Tarantino in Veltri, ricoverata nell’Ospedale “Mariano Santo” di Cosenza per una sindrome asmatica con enfisema ostruttivo e gravissima insufficienza respiratoria. La signora, consigliata anche dalle Suore del Sacro Cuore operanti presso la struttura ospedaliera, invocò l’intercessione di Madre Maria Schininà e, proprio al sopraggiungere della crisi finale, guarì improvvisamente.
Fu istruito un processo cognizionale presso la Curia arcivescovile di Cosenza dal 5 marzo 1981 all’11 gennaio 1982. Giudicato come fatto inspiegabile dalla Commissione medica della Sacra Congregazione per le Cause dei Santi a Roma, il miracolo ha ottenuto il Decreto di validità il 9 aprile 1990 e, in data 4 novembre 1990, Papa Giovanni Paolo II proclama Beata la Ven.le Maria Schininà.


Suor Maria Santina Scribano

(1917 – 1968)

Al secolo Emanuela Giovanna, entra a far parte dell’Istituto del Sacro Cuore nel 1938 dopo varie sofferenze e difficoltà. Fa la Professione nel 1941 e i Voti perpetui nel 1947. Sin dal noviziato si sente spinta ad offrire la sua vita a Dio per la santificazione dei sacerdoti. Presta servizio agli ammalati fra le corsie degli ospedali fino a quando la comparsa nel 1951 dell’aracnoidite spirale con paralisi progressiva, una grave malattia che l’ha sottoposta a ripetuti interventi chirurgici, non la immobilizza su una carrozzella nel 1962.
Trascorre gli ultimi anni di vita nella Casa Madre confortando con grande forza e gioia i sacerdoti e i fedeli che vi si recano. Il sorriso e le parole di Suor Santina sono il segno manifesto della sua totale oblazione per riparare il Sacro Cuore di Gesù: «Abbiamo questa sola vita per soffrire, per testimoniare a Gesù il nostro amore e dargli tanta gioia».
Dal 1985 è in corso il Processo di Canonizzazione. Queste le tappe più significative:

  • 7 ottobre 1985: introduzione della Causa di Beatificazione presso la curia vescovile di Ragusa;
  • 23 novembre 1989: chiusura del Processo Diocesano;
  • 11 marzo 1991: apertura del Processo Diocesano circa l’istantanea, perfetta e duratura guarigione del reverendo Padre Salvatore Italia da insufficienza renale acuta e marcata oligoanuria, avvenuta per intercessione della Serva di Dio Suor Maria Santina Scribano il 24 novembre 1972 nell’Ospedale “Maria Paternò Arezzo” di Ragusa;
  • 16 marzo 1992: conclusione del Processo su tale asserito miracolo;
  • 29 maggio 1992: Decreto del Processo Diocesano sulle virtù e fama di santità;
  • 7 ottobre 1995: inizio stesura Positio Super Vita et Virtutibus con nomina del collaboratore nella persona del Dott. Alessandro Andreini;
  • 1998: completamento della Positio (Roma);
  • 25 gennaio 2002: Decreto di validità del Processo su asserito miracolo.
  • 15 marzo 2006: discussione teologica delle virtù eroiche in Roma.
  • 6 luglio 2007: concessione del Decreto super virtutibus da parte della Congregazione delle cause dei Santi.
 
Suor Nazarena Di Pasquale
(1878 – 1954)

Nata a Ragusa da famiglia profondamente cristiana, entra nell’Istituto del Sacro Cuore il 28 luglio 1903 e vi fa Professione il 9 maggio 1905.
Sulla scia di Madre Maria Schininà, dedica tutta la sua vita alla consolazione di Gesù, si adopera per la conversione dei peccatori e il soccorso dei bisognosi ovunque e assistendo le anziane e le ammalate della Casa Madre.
Muore a Ragusa come missionaria del «Viva Gesù». Dal 1991 è in corso l’iter della Causa di Canonizzazione:

  • 12 giugno 1991: inizio del Processo Diocesano della Causa di Canonizzazione a Ragusa;
  • 27 giugno 1997: chiusura del Processo;
  • 12 febbraio 1999: emanazione del Decreto di validità del Processo Diocesano sulle virtù e fama di santità della Serva di Dio;
  • Attualmente in corso: stesura della Positio super Vita et Virtutibus.
 

I commenti sono chiusi